La fedeltà in una foto: cane aspetta il proprietario morto accanto al letto d’ospedale vuoto

PH: La Stampa

Un cane è seduto vicino a un letto di ospedale. Lo fissa anche se è vuoto. Ma lui sa che lì era ricoverato il suo proprietario. Lì ne sente ancora l’odore. Non è consapevole che il suo amico umano è morto. La storia di una vita, di amore e fedeltà vengono raccontate in una foto, in uno singolo scatto realizzato in un istante. Ma che è lungo tutta una vita vissuta in tanti momenti quotidiani che ora non ci saranno più.

Protagonista di questa storia è Moose, un incrocio di Labrador di tre anni, che per giorni è stato accanto al suo proprietario malato. Una foto che è stata pubblicata su Facebook dal North Star Pet Rescue, un’organizzazione benefica del New Jersey, Stati Uniti: «Moose era seduto pazientemente accanto al letto d’ospedale del suo papà umano, in attesa che tornasse, non sapendo che era morto – si legge nel post -. Sta soffrendo molto per la perdita del suo papà umano. Per favore, aiuta Moose a trovare una nuova casa e una famiglia da amare. E ’ un dolce ragazzo, felice di vivere. Ha solo bisogno di persone che aiutino il suo cuore a guarire. È un incrocio di Labrador di tre anni addestrato, ama i bambini, va d’accordo con i cani ,ma non è adatto a una casa con gatti o uccelli. Ma le persone, lui, le ama! Così tanto che Moose starebbe meglio in una casa dove non viene lasciato da solo tutto il giorno, sente molto la mancanza delle persone che ama. Ricuciamo questo cuore spezzato, insieme».

Dal 19 giugno scorso è stata condivida migliaia di volte e l’ Eleventh Hour Rescue, il canile di Randolph che si è fatto carico di Moose, è stato inondanto di richieste di adozione. Ora i volontari selezioneranno le candidature e di certo troveranno la casa giusta per questo cane. Ma non bisogna mai dimenticare che nei canili di tutto il mondo ci sono tanti altri Moose che hanno bisogno di tanto amore e di una famiglia.

Fonte: La Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *